Il progetto

Il Progetto
Base Camp

Base Camp for Future Education si rivolge a ragazzi e ragazze di 13-16 anni e ha l’obiettivo di applicare e monitorare per due anni un modello di contrasto alla disuguaglianza scolastica, attraverso la realizzazione di tre comunità educative di eccellenza, in cui vengono offerti supporto allo studio, formazione ai docenti e una ricca programmazione culturale per la comunità ospitante, nonché l’esplorazione di metodi didattici complementari a quelli messi in atto nelle scuole italiane.

Base Camp rende
più facile la scuola.

Il Base Camp è un progetto sperimentale che al momento coinvolge tre città (Roma, Napoli e Palermo) e tre istituti scolastici, all’interno dei quali sono stati realizzati i centri educativi, progettati e arredati affinché sia piacevole trascorrerci del tempo, per chi vi lavora e studia, in linea con le più avanzate e condivise ricerche sull’educazione, e per favorire la personalizzazione educativa, il lavoro di gruppo e la fruizione degli eventi culturali. Ma i Base Camp sono anche digitali e operativi a distanza: sin dall’inizio della pandemia, per mantenere un supporto concreto e costante, le attività educative sono state condotte online, fornendo, laddove necessario, gli strumenti digitali per poter fare didattica a distanza.

Le équipe

Una squadra
di professionisti
dell’educazione

All’interno di ogni Base Camp lavorano:

> insegnanti di materie scientifiche
> insegnanti di materie umanistiche
> insegnanti di lingue

> educatori
> psicologi
> animatori culturali

I destinatari

Base Camp è rivolto a tutti:

docenti

studenti

famiglie

abitanti del territorio

– gli studenti e le studentesse tra i 13 e i 16 anni, che possono usufruire gratuitamente di un’assistenza allo studio costante, sia tramite programmi di studio personalizzato uno a uno, secondo il modello pedagogico sviluppato dall’Associazione Laudes, sia tramite il coinvolgimento in gruppi di studio e attività di altro tipo (laboratori, seminari, attività ludiche, ecc.) coordinate da educatori e animatori culturali;

– le famiglie, coinvolte attivamente nella formazione dei ragazzi e delle ragazze, attraverso il dialogo con educatori e insegnanti;

– gli abitanti del territorio, che possono fruire della ricca offerta di eventi culturali organizzati dagli animatori culturali;

– i docenti delle scuole, con l’organizzazione di laboratori e di seminari di formazione e co-formazione;

Il progetto Base Camp coinvolgerà così, mediamente ogni anno, circa 240 studenti in programmi di insegnamento uno a uno e più di 450 studenti in gruppi di studio.

3

Comunità
educanti

+ di 450

Studenti coinvolti nei gruppi di studio
mediamente ogni anno

240

Studenti coinvolti in
programmi uno a uno
mediamente ogni anno

Il modello pedagogico

Base Camp ti viene incontro.

Nei Base Camp viene applicato il modello pedagogico-didattico sviluppato dall’Associazione Laudes, basato su un principio di personalizzazione educativa che richiede un lavoro in profondità e di grande dedizione, attraverso un rapporto di insegnamento-apprendimento uno a uno o in gruppi di studio. Il metodo pone al centro dell’insegnamento la relazione con lo studente, la sua motivazione e le specifiche esigenze, in modo tale da individuare insieme ad ogni studente il percorso educativo migliore.

Gli eventi culturali

Un altro modo di vivere lo studio.

Ciascun Base Camp propone un calendario di eventi culturali, dando al termine “cultura” il senso ampio di “pieno sviluppo della persona” – come recita la carta costituzionale. Queste iniziative seguono principalmente quattro direzioni:

Scienza
e ambiente

Storia
e arte

Lingua
e letteratura

Tu e gli altri

È previsto un ricco calendario di eventi finalizzati a promuovere la cultura contemporanea tra i giovani attraverso l’esplorazione dei grandi temi di attualità, nonché di laboratori e workshop che ampliano le opportunità formative per gli studenti. La programmazione, curata dal singolo Base Camp territoriale, verrà arricchita ulteriormente dalle proposte delle case editrici Laterza e Treccani che collaborano con Enel Cuore.

Un progetto sperimentale

Gli attori coinvolti

Roma

Napoli

Palermo

Base Camp è un progetto sperimentale nato nell’autunno 2019 con l’intento di applicare il metodo di supporto allo studio personalizzato della Associazione Laudes e di contribuire all’arricchimento dell’offerta formativa e culturale per i giovani che vivono in zone difficili delle città, grazie al coordinamento di tre enti locali: Parsec, Dedalus e Cesie, rispettivamente per i Base Camp di Roma, Napoli e Palermo.

Vuoi rimanere aggiornato sul progetto?

Iscriviti alla newsletter di Base Camp