“L’amica geniale” con Eva Ferri e Giovanni Amura

Gli studenti e le studentesse hanno posto domande e curiosità riguardanti il lavoro dell’editore (Eva Ferri, Edizioni E/O) e quello dell’attore (Giovanni Amura,). C’è stato un attivo coinvolgimento emotivo attraverso la narrazione di esperienze pregresse aventi come filo conduttore l’Amica Geniale, uno scambio circolare di punti di vista e osservazioni caratterizzato da un ascolto autentico. Le riflessioni si sono ramificate toccando svariati aspetti: la lettura, le passioni, la possibilità di cambiare strada, i propri sogni in cui credere, la possibilità di fallire, la periferia letta non più come una gabbia.

“Come si traduce un’opera” con Martina Testa

La traduttrice Martina Testa (David Foster Wallace, Cormac McCarthy, Colson Whitehead e altri per Minimum Fax, Einaudi, SUR etc) ha raccontato la sua formazione, il suo lavoro e il suo approccio alle lingue straniere.

“Morgana sono anch’io” con Michela Murgia e Chiara Tagliaferri

Gli studenti e studentesse hanno dialogato con Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, autrici del libro “Morgana” e dell’omonimo podcast. Ciascuno ha presentato la sua Morgana preferita, ponendo domande e osservazioni alle autrici, e confrontandosi sugli stereotipi di genere.

“Sulle tracce di Rodari” con Vanessa Roghi

A partire dalle questioni emerse nel percorso di preparazione, gli studenti e le studentesse hanno dialogato con Vanessa Roghi, autrice di “Lezioni di fantastica. Storia di Gianni Rodari”, e toccato trasversalmente vari temi: lavorare seguendo le proprie inclinazioni, la fantasia e la curiosità, il pensare al di fuori degli schemi, il fallire e il cadere, il giudizio degli altri e la memoria.